Olio Bimbo Anfosso per la ricerca scientifica

foto-neuroblasoma-gruppo-bianca

Una nuova importante partnership per l’Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma e per la ricerca scientifica. Olio Anfosso, la rinomata azienda, che dal 1945 produce olio extra vergine di oliva nel rispetto della tradizione ligure di Ponente, da quest’anno ha avviato un’attività di comarketing molto interessate, presentata nei giorni scorsi a CIBUS, il Salone Internazionale dell’Alimentazione di Parma. Si tratta di una particolare bottiglia d’olio “Olio Bimbo” che permetterà di raccogliere fondi per la Lotta al Neuroblastoma e ai Tumori Solidi Pediatrici. Il prodotto sarà messo a breve sul mercato.

Abbiamo intervistato il titolare per conoscere meglio l’iniziativa e il rapporto dell’azienda con l’Associazione.

Cos’è per la vostra azienda la Corporate Social Responsability?
Da sempre la nostra impresa, di pari passo con il proprio sviluppo aziendale, ha sostenuto opere sociali promosse da organizzazioni e enti del nostro territorio; possiamo dire quindi che fa parte del nostro DNA!
Come avete conosciuto l’Associazione e cosa vi ha colpito in particolare?
Volevamo fare qualcosa di importante per i bambini e guardandoci intorno l’Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma O.N.L.U.S. ci ha colpito per il progetto, per le iniziative e per la serietà dimostrata in tanti anni di operato.
Che attività state realizzando insieme?
All’interno della nostra gamma di oli, abbiamo una linea con etichette speciali, create partendo da disegni realizzati dai bambini della famiglia Anfosso. La linea ha riscontrato molta simpatia e successo tra i nostri clienti, quindi abbiamo pensato che questo progetto potesse essere unito a una buona causa: quella di aiutare i bambini più sfortunati. Perciò abbiamo creato una nuova linea, sempre ispirandoci ai disegni dei bambini, che verrà venduta in una speciale confezione di pregio con all’interno una brochure che illustrerà sia la mission e i progetti dell’Associazione, sia la storia della nostra azienda. Una parte del ricavato dalla vendita di queste confezioni di olio verrà devoluto all’Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma per sostenere la ricerca scientifica.
Avete già realizzato progetti analoghi o diversi per altre associazioni no profit?
No, è la nostra prima esperienza e speriamo sia la prima di tante!
Coinvolgete nelle attività di CSR anche i vostri dipendenti?
Sì, li abbiamo coinvolti nella scelta e sono stati proprio alcuni di loro a suggerirci la vostra Associazione.
Come persona qual è il dono più grande che si ottiene donando?
Il primo dono è il sorriso; in più destinare il proprio tempo, le proprie energie per gli altri significa ritrovare se stessi.

Vai alla Rassegna Stampa clicca qui