Innova Onlus dalla parte della ricerca

AAPE3040 _DSC1327 AAPE3064
Una cena di beneficenza nella splendida cornice de le vele di torino per raccogliere fondi per la ricerca scientifica: 250 partecipanti tra scienza, musica e celebrità

INNOVA Onlus ha dato vita, lo scorso aprile, al primo evento organizzato per raccogliere fondi per i progetti sostenuti dalla Fondazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma O.N.L.U.S.. Una partnership recente, quella con INNOVA, che sembra essere molto attiva e stimolante. INNOVA nasce con lo scopo di promuovere e sostenere la ricerca traslazionale in bio e nano medicina. I promotori di INNOVA sono scienziati e ricercatori che coniugano la realtà della ricerca nazionale con il mondo della comunicazione e dell’impresa.
Obiettivo principale è quindi quello di promuovere la ricerca biomedica applicata, risorsa insostituibile per la crescita e lo sviluppo del paese e il miglioramento delle condizioni di vita di ogni uomo.
Investire nell’innovazione, interpretare il trasferimento tecnologico come motore per la ricerca e l’economia, vuol dire credere nel futuro, nella crescita, nello sviluppo e progresso della civiltà.
Implica la possibilità di individuare soluzioni in grado di migliorare la qualità della vita delle persone, offrendo continuamente nuovi orizzonti e possibilità. Per questo motivo, sostenere e supportare il lavoro di eccellenza della ricerca italiana, che produce scienza e know how di altissimo valore creando un significativo potenziale di crescita e di sviluppo, diventa il principale obiettivo di INNOVA. Per questo è alla continua ricerca di partner che ci incoraggino e ci supportino con forza ed entusiasmo a proseguire lungo il percorso intrapreso condividendo con noi i valori e le motivazioni che animano INNOVA.
La Fondazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma O.N.L.U.S. ricopre certamente tutte le caratteristiche del partner ideale ed è auspicabile che la cena di beneficenza organizzata da INNOVA nella prestigiosa cornice de Le Vele di Torino, il 6 maggio scorso, alla presenza di 250 ospiti tra scienza, musica e celebrità, non sia che il primo di una serie di eventi a sostegno della rete di eccellenza scientifica che la Fondazione sostiene da 20 anni.
Un grazie al fondatore e presidente Filippo Surace e al coordinatore scientifico Filippo Maria Surace per la preziosa collaborazione.

Nelle foto: alcuni  momenti della serata di gala svoltasi a Torino