L’attenzione della Fondazione Magnetto alla salute dei nostri bambini

La Fondazione di Mario e Anna Magnetto da anni è al fianco dell’Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma contribuendo, con il proprio sostegno, al lavoro dei ricercatori che stanno sperimentando di nuovi farmaci per combattere il Neuroblastoma e i tumori solidi pediatrici.

Quando e come è avvenuto l’incontro con l’Associazione Neuroblastoma? Chiediamo all’ufficio relazione esterne della Fondazione
Sono tanti anni che operiamo insieme per sostenere l’Associazione Neuroblastoma. Il nostro non è solo un contributo economico: promuoviamo le iniziative associative e partecipiamo alle campagne di Pasqua e di Natale.
In particolare, a livello di divulgazione, promuoviamo l’Associazione anche inserendo nella nostra comunicazione istituzionale le immagini simbolo del “bambino con l’imbuto”: ad esempio quando abbiamo fatto rifare i teloni dei camion dell’azienda madre, abbiamo inserito anche l’icona associativa e la “portiamo in giro” per la Val di Susa. Insomma la promuoviamo in tutti i modi possibili.
Cerchiamo di far conoscere l’impegno dell’Associazione, e della sua presidente Sara Costa, anche ad altri imprenditori, in un passaparola virtuoso e solidale.

Di che cosa si occupa la Fondazione Magnetto? Quali sono i suoi scopi?
La Fondazione Magnetto, per volontà della famiglia che l’ha intitolata al fondatore del gruppo industriale, lavora in Val di Susa. Abbiamo iniziato a operare per la ricerca sull’ictus, malattia di cui è morto il fondatore; poi abbiamo implementato il sostegno al settore salute ampliandolo anche ad altri ambiti come la prevenzione sul territorio. Operiamo anche in ambito sociale – assistenziale. Ci sono tante necessità e cerchiamo di sostenere i progetti attraverso iniziative varie collaborando con le istituzioni locali a sostegno delle Caritas.

Qual è il senso della solidarietà? Lo domandiamo direttamente ad Aurora Magnetto
La Fondazione Magnetto è ben lieta di contribuire all’encomiabile attività dell’Associazione Neuroblastoma e della sua Fondazione. Tra le cose che rendono davvero piena la vita c’è sicuramente l’attenzione a coloro che soffrono e hanno bisogno di solidarietà, di sostegno morale e materiale. Non posso dunque che augurare all’Associazione e alla Fondazione Neuroblastoma di continuare fruttuosamente nella loto opera, assicurando la nostra collaborazione.