Microambiente tumorale nel Neuroblastoma

università di chietidottor SalaDOTTOR-VITO-PISTOIA

È partito la scorsa estate presso i laboratori del Centro Scienze dell’Invecchiamento e Medicina Traslazionale – CeSI-MeT, Chieti, grazie alla collaborazione e al sostegno di Fondazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma, Università di Chieti/ Pescara e Brunel University di Londra, il progetto “Valutazione di molecole che inibiscono il MYCN network per lo sviluppo di nuovi farmaci per il Neuroblastoma”.

Nell’ambito del progetto, si terrà lunedì 28 novembre, alle ore 16, presso l’istituto di ricerca CeSi,  il seminario di studi dal titolo “Il microambiente tumorale nel Neuroblastoma. Caratterizzazione e targeting terapeutico”. L’occasione di studio e confronto, voluta tra gli altri dal coordinatore del progetto, professor Arturo Sala, Professore ordinario di Oncologia Translazionale presso la Brunel University London, che dopo dieci anni all’estero, è nuovamente coinvolto in un progetto italiano, nella propria città, vedrà come relatore il dottor Vito Pistoia, immunologo presso Area di Immunologia, Ospedale Bambino Gesù, Roma e vice presidente della Fondazione.

«I tumori crescono in una nicchia definita microambiente tumorale. – spiega il dottor Pistoia a cui abbiamo chiesto di sintetizzarci i temi che tratterà durante il seminario – Questo vale anche per il Neuroblastoma, che ha un proprio microambiente alla cui caratterizzazione hanno contribuito le ricerche del nostro gruppo. La conoscenza dettagliata delle cellule che compongono il microambiente del Neuroblastoma e dei meccanismi che operano localmente per favorire la crescita tumorale permette di sviluppare nuovi approcci terapeutici capaci di ribaltare la situazione e promuovere la distruzione del tumore».

Un’importante occasione di incontro e confronto che potrebbe gettare le basi per ampliare il nucleo di ricerca sul Neuroblastoma a Chieti, creando nuove sinergie con altri centri dell’eccellenza, già operati in rete grazie alla Fondazione, quale l’istituto G. Gaslini  e l’INT – Università di Genova, il Laboratorio di Padova e l’Opedale Bambino Gesù di Roma.

Nella foto: l’Università di Chieti-Pescara sede del laboratori del Ce-Si; il professor Arturo Sala e il dottor Vito Pistoia, relatore del seminario