Angelo De Rinaldis festeggia i suoi 40 anni di calcio

Con due serate distinte, una presso il Campo Sportivo Comunale e l’altra presso il Parco Santa Eufemia, Angelo De Rinaldis ha voluto festeggiare il suo amore per il calcio. Il 19 maggio tutte le vecchie glorie del calcio locale si sono ritrovate presso il Campo Sportivo dove hanno disputata una partita simbolica a campo ridotto vista anche l’età dei componenti. Il momento più toccante è stato quando si sono ricordati i colleghi che ora non ci sono più.

La seconda serata, il 9 giugno, si è svolta presso un Parco con l’intervento di diverse autorità e tutti i vecchi calciatori e vecchi allenatori. La serata è stata presentata da Romeo Gnoni e da Lola Giuranna. Sono intervenuti i vertici locali della FIGC Puglia, un rappresentante dell’AIA di Lecce, il Sindaco di Specchia Rocco Pagliara, il dottor Mario Capasso ricercatore del CEINGE di Napoli. Durante la cerimonia Angelo De Rinaldis ha distribuito un opuscolo che racchiude tutta la sua carriera di portiere e quella del calcio specchiese e un pallone di calcio con impressa la sua immagine a ricordo di questo evento. Hanno allietato la serata il Mago Alex, i soci dell’Accademia d’Arte Thymòs e il gruppo di cabarettisti Scemifreddi. Ospite d’onore la maestra Vincenza De Rinaldis. Ovviamente non poteva mancare l’angolo della beneficenza. Da oltre 20 anni Angelo De Rinaldis e i suoi fratelli con la loro società sportiva A.S.D. Gioventù Specchia 95 raccolgono fondi attraverso lotterie e altre iniziative per l’Ospedale Gaslini di Genova e i progetti sul Neuroblastoma sostenuti dall’Associazione Italiana per la lotta al Neuroblastoma. Forse è stata la prima società di calcio ad aderire a questa iniziativa seguita subito dopo dalla Juventus.

Grazie ad Angelo, alla società sportiva A.S.D. Gioventù Specchia 95 e a tutti i presenti da parte della nostra Associazione e dei bambini ammalati!