Grazie Pesaro per l’impegno e la solidarietà

Lo scorso 15 ottobre a Pesaro, Sala la Convegni San Terenzio si è tenuto l’incontro informativo “Tumori Cerebrali Pediatrici e Neuroblastoma: oggi e domani per guarire i bambini”. Alcuni rappresentanti dell’eccellenza scientifica italiana del campo hanno raccontato, ad un pubblico numeroso e attento, i risultati ottenuti grazie alla generosità di tanti sostenitori. Presenti alla serata alcuni dei massimi esperti in materia di Neuroblastoma e Tumori Cerebrali Pediatrici:il professor Felice Giangaspero – Professore Ordinario di Anatomia Patologica presso l’Università la Sapienza di Roma – responsabile del Progetto Pensiero, che si occupa della centralizzazione dei campioni di tumori cerebrali; il dottor Paolo Pierani, Ospedali Riuniti di Ancona, che ha parlato di “Tumori Cerebrali Pediatrici: un insieme di tumori a diversa malignità, come curarli”, i dott. Armando Cama dell’Istituto G. Gaslini di Genova e Letterio Morabito, Ospedali Riuniti Marche Nord di Ancona che hanno relazionato sull’approccio chirurgico; la dottoressa Daria Pagliara dell’Ospedale Bambino Gesù di Roma che ha affrontato il delicato tema della “Ricerca immunologica e traslazionalità” e il dottor Alberto Garaventa, pediatra oncologo dell’Istituto G. Gaslini di Genova, socio fondatore dell’Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma O.N.L.U.S., che ha parlato di Neuroblastoma: il peggiore tumore dell’età prescolare. Hanno portato la propria testimonianza anche Sara Costa, presidente dell’Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma O.N.L.U.S e il sostenitore pesarese Agostino Vastante.
La riuscita della serata è stata possibile grazie alla generosità e all’impegno di tante persone. Un grazie particolare va sicuramente al Comune di Pesaro e agli assessori alla solidarietà Sara Mengucci e al benessere Mila Della Dora; a don Stefano Brizzi, Vicario generale, Moderatore di Curia che ha concesso l’uso della sala; lo sponsor Bottega Bio; Agostino Vastante e la sua famiglia e a tutti gli amici e i parenti della famiglia Vastante che con una donazione personale hanno contribuito alla organizzazione dell’incontro.

Nella foto: i medici e i ricercatori presenti che hanno partecipato all’incontro 

Guarda la Gallery