Tanta generosità e tanto “cuore” per una Pasqua davvero speciale

«+15% di uova distribuite rispetto allo scorso anno: la generosità dei nostri donatori ci commuove ogni anno e ci fa comprendere che la nostra buona causa è entrata davvero nel cuore di tante persone». Così commenta gli ottimi risultati della Campagna di Pasqua 2019 Jessica Grasso, Fundraiser Senior Assistant dell’Associazione Neuroblastoma, responsabile, per il primo anno, del coordinamento di questa importante iniziativa di sensibilizzazione e di raccolta fondi. «Sono felice che la Presidente abbia avuto fiducia in me e mi abbia messa alla prova. È stata una prova impegnativa che mi ha permesso di crescere molto».
Il periodo pasquale è per l’Associazione molto intenso: tutto lo staff, i sostenitori e i volontari sono concentrati nella distribuzione delle uova di “Cerco un Uovo Amico!” in tutta Italia.
Chi sono stati i più generosi d’Italia?
«Quest’anno la Regione più attiva e generosa si è dimostrata la Liguria, seguita da Lombardia e Piemonte. Al centro si sono distinte Lazio e Toscana, mentre al Sud è stata la Campania a richiedere il numero maggiore di uova del “Bambino con l’Imbuto”. Le richieste d’ordine sono arrivate principalmente dai privati, seguiti dalle scuole (dov’è stato distribuito il maggior numero di uova) e dalle generose Forze Armate e Forze dell’Ordine».

Queste ultime in diverse occasioni si sono fatte fortemente portavoce della causa associativa; possiamo citare la Caserma “Ugo Mara” di Solbiate Olona (VA), sede del Comando del Corpo d’Armata di Reazione Rapida della NATO in Italia (NRDC-ITA), l’Accademia di Livorno che ci supporta da ben 13 anni, la Guardia Costiera della Marina di Carrara, l’Arma dei Carabinieri e l’Associazione Nazionale dei Carabinieri di Siena.

Diverse sono state le strade della generosità. Come avete raccolto le richieste?
«La differenza la fa sicuramente il contatto personale. Le operatrici del nostro call center hanno attivato un filo diretto e accogliente con i donatori e i nostri sostenitori sul territorio hanno stimolato tantissimo amici e conoscenti, anche organizzando iniziative ed eventi dedicati. Molte richieste sono arrivate spontaneamente via mail e grazie al nostro sito web e alle donazioni online, sicuramente in crescita».

Un grazie speciale a…
«Prima di tutto a tutti i nostri donatori, ai sostenitori e agli amici che tanto fanno per aiutarci e sostenere la ricerca. Ringrazio i miei colleghi per la grande collaborazione, dalle operatrici del call center a tutto lo staff lavorativo; un grazie davvero speciale e sentito perché insieme abbiamo dimostrato che lavorare in gruppo per un obiettivo comune porta a grandi risultati».

Nella foto le tre giovanissime testimonial della campagna di Pasqua 2019: Arianna, Agata e Rachele che hanno fatto da mascotte all’iniziativa