Si chiamano Bambole ma sono degli Ironman della solidarietà

Donne, mamme, atlete: sono le Bambole del Cus ProPatria Milano Triathlon e il loro impegno solidale è valso un prezioso contributo all’Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma Onlus e  alla Laureus Fondazione Italia Onlus.

L’energia del loro “capitano” Stefania Brau è contagiosa.

«Il feeling con Stefania è stato immediato – spiega la Presidente Sara Costa che ha incontrato le Bambole in una delle iniziative prenatalizie di solidarietà – sicuramente collaboreremo insieme ad altre iniziative. Il calore con cui “Le bambole” si dedicano ai bisognosi è contagioso e l’accoglienza che mi hanno riservato è stata meravigliosa ed emozionante».

Si fanno chiamare bambole, ma in realtà sono Ironman nel vero senso della parola, si proprio quelli che nuotano per 3,8K pedalano per 180K e per finire corrono 42K.

E un pochino di questa energia questo Natale l’hanno voluta dedicare ai bambini ammalati di tumore, organizzando una raccolta fondi e destinando, appunto, parte del ricavato dei Bambolettoni e delle Bambolizie e di altri gadget, preparati per le feste, tra cui le spettacolari torte di Benedetta Pastore, alla ricerca scientifica sul Neuroblastoma e sui Tumori Cerebrali Pediatrici.

Questa scelta si sposa con la mission dell’associazione. Le Bambole, infatti, sono un team di triathlete per scelta e per passione, ma, prima di tutto, sono donne che condividono la stessa passione: fare sport per star bene e per far del bene.

Ecco il loro motto:

Le Bambole superano difficoltà, condividono traguardi importanti e gioie infinite.
Le Bambole si divertono, si informano, affrontano temi importanti.
Le Bambole non sono una novità, forse, ma certo sono una cosa unica.
Essere Bambole è uno stile di vita, è qualcosa che hai dentro, che fa parte del tuo carattere.

Per partecipare alla raccolta fondi di Bambole (clicca qui)

bambolizie 2 bambolizie 5 bambolizie 4

Qualche informazioni più su Bambolettoni e Bambolizie, direttamente dal profilo Facebook delle loro creatrici:

Il Bambolettone, tipico dolce milanese, ha origini antiche. Era il XXI secolo, e secondo la leggenda fu creato da un gruppo di donne, LeBambole, che durante un pranzo post allenamento, si accorsero che mancava il dolce. Le ragazze si unirono e accesero la loro inventiva raccogliendo tutto quello che ognuna aveva dentro i loro zaini da triathlon: solidarietà, 50ml di passione, 250gr di sorrisi, qualche scorza di beneficenza, due gocce di amore, una spolverata di ottimismo e voglia di fare q.b. . Misero in forno l’impasto e ne uscì un pane dolce che fu accolto da tutte con così tale entusiasmo, da divenire, da quel giorno, il loro dolce di Natale. Nasceva, così, il “Bambolettone”.
“E per i più piccini?”, disse qualcuna… Ed ecco che per accontentare anche loro, le Bambole pensarono a dolci sorprese natalizie: le Bambolizie, divertenti lenti di cioccolato capaci di conquistare grandi e piccini.

Grandi donne!  Grandi idee! Grazie di ♥

Per prenotare queste delizie che fanno “il bene” (clicca qui)