In Nuova Zelanda per l’Ultramarathon per aiutare i bambini a guarire

Si chiama Domenico De Franceschi è un appassionato runner italiano che vive e lavora a Singapore e si sta preparando per una grande prova: l’undicesima edizione della Racing the Planet – Ultramarathon, una gara di 250 km che si terrà il 3 marzo nel sud della Nuova Zelanda.

Conosce personalmente la realtà dell’Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma e per sostenere la ricerca scientifica ha deciso di attivare un progetto di PERSONAL FUNDRAISING SULLA PIATTAFORMA ANGLOSASSONE GOGETFUNDING. Dedicherà la sua maratona a tutti i bambini che sono affetti da questa rara malattia e che stanno lottando per vincerla.

Obiettivo della raccolta 20.000 $  (al momento si è raggiunta la somma di 7.665 ma ci sono ancora 36 giorni a disposizione). Tutto il ricavato della campagna verrà devoluto alla ricerca scientifica sul Neuroblastoma e i tumori pediatrici.

Come è entrato in contatto con la nostra associazione?
Sono venuto a conoscenza di questa organizzazione attraverso una cara persona che nel passato ha avuto un coinvolgimento diretto a livello familiare. Era una malattia che non conoscevo e quando, dopo essermi informato, ho capito meglio la gravità della patologia e la situazione attuale mi è sembrata un’ottima idea “combinare” la mia avventura in Nuova Zelanda con questa causa importante.

Come sta andando la campagna?
La campagna è iniziata bene e anche se per me è la prima esperienza di questo tipo, ce la sto mettendo tutta per far conoscere l’iniziativa! Il progetto resterà attivo fino all’8 marzo 2019, appena prima della gara, e quindi invito tutti a donare per raggiungere l’obiettivo e sostenere la ricerca!

Lo sport è benefico per la propria salute, ma quando lo si pratica pensando agli altri lo è ancora di più!
Un grande in bocca al lupo a Domenico che sostiene anche a distanza la nostra “buona causa”, il nostro sogno: guarire tutti i bambini ammalati!