Pasquale Mele Nani – La mia vita a 300 all’ora

Ha scritto tutto in una notte di sei anni fa, di getto, con le lacrime agli occhi, come per liberarsi della paura e dell’angoscia per un momento doloroso del passato. Di corsa come ha sempre fatto nella sua vita. Pasquale Mele Nani non è uno scrittore di professione, è un meccanico specializzato in auto da corsa. Ha dovuto affrontare tante prove, superare vari ostacoli in famiglia e nel lavoro, ma la vittoria più grande l’ha raccontata nel suo primo libro “La mia vita a 300 all’ora”, dedicato al suo secondogenito, poi diventato un progetto di beneficenza. Il ricavato della vendita andrà a sostenere l’Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma O.N.L.U.S. a cui deve molto. Oggi suo figlio Antonio ha 14 anni, frequenta il primo anno del Liceo Linguistico, è un ragazzo in gamba, ma a meno di un anno si è ammalato di Neuroblastoma e ha dovuto lottare per continuare a vivere. Pasquale racconta della difficoltà di capire all’inizio cosa fosse, suo figlio cresceva bene, aveva solo un gonfiore all’addome e nessuno sapeva spiegare il perché. Tante visite, tanti pareri, tanti specialisti, ma si sentiva sempre dire “è tutto okay”. Invece così non era e quando grazie alla sua caparbietà portò il figlio dal Dottor Massimo Zeccolini, primario di radiologia dell’Ospedale Pausilipon di Napoli ebbe la dolorosa diagnosi: Neuroblastoma. Da lì inizia il racconto del viaggio a Genova all’Ospedale Gaslini, l’incontro con il Dottor Alberto Garaventa, con l’Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma O.N.L.U.S., le operazioni e la perdita del rene, gli esami, le cure, le chemio, i viaggi in treno Genova-Napoli e ritorno. Un racconto spontaneo ed emozionante, parole semplici, dirette, che escono dal cuore, una storia vera, sofferta, per fortuna a lieto fine. Pasquale fa tutto il possibile per sostenere l’Associazione, riesce a raccogliere in una settimana più di dodicimila euro con la campagna delle uova di Pasqua, ma non basta vuole fare di più.

libro-pasquale-nani-per-news

Così quando in un convegno incontra una ragazza che aveva scritto un libro per beneficenza, decide di tirar fuori il suo racconto dal cassetto, dove lo aveva riposto anni prima: è una storia troppo grande per tenerla chiusa, può essere di aiuto per altre famiglie e con la vendita può sostenere la ricerca. Lo divide in capitoli, vi aggiunge i disegni di un amico pittore, ne realizza anche un audiolibro in collaborazione con l’attore Alessandro Incerto (che ha recitato nella fiction I bastardi di Pizzofalcone). Lo ha donato al Papa durante l’udienza del 18 ottobre 2017 con la speranza “che questo libro grazie anche alla benedizione del Santo Padre possa arrivare a più persone possibili”; ne ha parlato in diretta dagli studi Mediaset il 7 ottobre 2018 nella trasmissione “Dentro i Fatti” del TgCom24 condotta da Micaela Nasca; lo presenterà a breve a Napoli e non solo. Pasquale non ha intenzione di fermarsi, ha in programma ancora tante cose e farà di tutto per contribuire a dire #stopneuroblastoma!

Richiedi il libro di Pasquale Mele Nani e sostieni la ricerca (clicca qui)

Nella foto in alto Pasquale Mele Nani a TgCom 24 in occasione della presentazione del suo libro “La mia vita a 300 all’ora”