Una vite per la vita: OBI da 15 anni a fianco dei bimbi malati

Venerdì 7, sabato 8 e domenica 9 dicembre i punti vendita OBI di Piacenza, Legnano, Magenta, Trento, Arezzo, Romagnano Sesia (NO), Corciano (PG), Tavagnacco (UD), Roma Casilina, Fiorano Modenese, Fidenza, Modena, Montano Lucino (CO), Novara, Sambuceto (CH) parteciperanno alla 15° edizione di “Una vite per la vita”.

Da 15 anni, infatti, la celebre catena, leader europeo del bricolage, sostiene i progetti di ricerca della Fondazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma O.N.L.U.S. su Neuroblastoma e i Tumori Cerebrali Pediatrici e anche quest’anno darà vita nei suoi centri a 3 giornate di solidarietà.

Per ogni scontrino emesso nel secondo week end di dicembre OBI donerà, infatti, 50 centesimi di euro e contribuirà al progresso della ricerca.
In questo modo, e grazie alle donazioni spontanee di clienti e dipendenti, negli ultimi 15 anni, gli amici di OBI hanno raccolto oltre 1.400.000 euro, finalizzati a finanziare diversi progetti di ricerca scientifica tra i quali:

- sperimentazione di nuovi farmaci contro il Neuroblastoma, Progetto Coordinato dal Dott. Roberto Luksch, Istituto Nazionale Tumori di Milano;

- sviluppo preclinico di ulteriori nuovi farmaci contro il Neuroblastoma, Progetto Coordinato dal Prof. Andrea Pession della Clinica Pediatrica dell’Università degli Studi di Bologna.

- sostegno alla diagnostica dei Tumori Cerebrali Pediatrici, Progetto Coordinato dal Prof. Felice Giangaspero del Policlinico Umberto I di Roma (Progetto Pensiero).

OBI ha contribuito da protagonista al progresso della ricerca scientifica sulla cura dei Tumori Cerebrali Pediatrici che negli ultimi anni ha visto, grazie alla centralizzazione e alla collaborazione tra 10 centri di eccellenza italiani e al contributo di OBI, risultati di notevole rilevanza, tra cui il più eclatante: la riduzione della percentuale di errore della diagnosi, dal 36% iniziale all’1% attuale.

Grazie di ♥ a OBI e a tutti coloro che il 7-8-9 dicembre decideranno di riservare un regalo speciale ai bambini ammalati.

Se non hai un centro OBI vicino a casa scopri altri modi per sostenere la ricerca: clicca qui!