L’Esercito Italiano “difende” i bambini malati