Lasciti testamentari

Il 30 luglio 2013 l’Associazione ha ottenuto il Patrocinio del Consiglio Nazionale del Notariato per la promozione delle iniziative riguardanti i lasciti. Il sostegno e l’apprezzamento dell’ente di riferimento di tutti i notai italiani, è un segnale di grande fiducia nella nostra Associazione e la conferma di come i lasciti testamentari e le donazioni in memoria costituiscono una fonte importantissima di speranza per garantire un futuro alla ricerca.

D770 ASS_NEUROBLASTOMA Adesivo campagna lasciti 35x27 pantoneTutte le comunicazioni che l’Associazione effettua in tema di lasciti testamentari e di donazioni alla memoria si fregiano del logo del Consiglio Nazionale del Notariato. Il testamento è l’atto con il quale si dispone di lasciare, alla propria morte, tutti o parte dei propri beni a favore di soggetti determinati. Con questo atto, il testatore ha la certezza che la propria volontà venga rispettata e che i beni vengano attribuiti, come desiderato, alle persone fisiche o giuridiche indicate nel testamento. Il testamento può essere olografo, pubblico o segreto.

TESTAMENTO OLOGRAFO
Deve essere scritto interamente a mano dal testatore (non si può usare il computer o farlo scrivere ad altri, né può essere usato il carattere stampatello). Per essere valido, il testamento olografo deve inoltre riportare: la data (giorno, mese e anno) la firma (nome e cognome).  Poiché il testamento olografo può essere smarrito o sottratto, è consigliabile prepararne due esemplari e darne uno al notaio, affinché lo conservi.

TESTAMENTO PUBBLICO
È il testamento in cui le dichiarazioni di volontà del testatore sono scritte da un notaio, in presenza di due testimoni. Sarà conservato negli atti del notaio e reso pubblico solo dopo il decesso del testatore. Questa tipologia testamentaria dà la massima garanzia che le disposizioni siano effettivamente eseguite come stabilito dal testatore, in quanto fa fede non solo della provenienza della volontà dal testatore, ma anche della sua capacità di agire al momento della redazione del testamento.

TESTAMENTO SEGRETO
Può essere scritto dal testatore o anche da una terza persona.  Se è scritto di proprio pugno dal testatore, è sufficiente una sua firma alla fine delle disposizioni testamentarie; se, invece, è scritto in tutto o parte da altri o se è scritto con mezzi meccanici, dovrà essere firmato dal testatore anche su ciascun mezzo foglio. Il testamento segreto dovrà poi essere sigillato in una busta e consegnato ad un notaio, alla presenza di due testimoni.
Alla morte del testatore si procede alla pubblicazione del testamento con apposito verbale, su istanza di chiunque interessato o anche d’ufficio. Il verbale viene inserito a cura del notaio presso il registro delle successioni tenuto presso la cancelleria del tribunale del luogo di residenza del defunto e ne possono essere rilasciate copie autentiche per provvedere alle formalità fiscali e immobiliari e per ottenere da banche, poste, assicurazioni il rilascio dei beni e valori già di proprietà del defunto.

La pubblicazione consiste nel passaggio dello stesso dal repertorio degli atti di ultima volontà a quello degli atti inter vivos e nella trascrizione del medesimo presso il registro delle successioni tenuto presso la cancelleria del tribunale.

Il notaio è il professionista più qualificato in materia di testamenti. È consigliabile, prima di fare un testamento, rivolgersi ad un notaio di fiducia, il quale potrà tradurre in linguaggio giuridico la volontà espressa in linguaggio comune dal testatore.  Spesso, infatti, dalla lettura di un testamento olografo, non redatto dunque da un tecnico del diritto, potrebbero scaturire difficoltà interpretative delle disposizioni testamentarie.

BENI CHE POSSONO ESSERE OGGETTO DI TESTAMENTO
Attraverso un lascito testamentario è possibile scegliere in piena libertà che cosa destinare alla Fondazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma. Una somma di denaro anche piccola, fondi di investimento, titoli e azioni,  beni mobili (es. gioielli), beni immobili (es. un appartamento), l’intero patrimonio.

Qualunque sia la scelta, si avrà la certezza di sostenere la ricerca scientifica sul Neuroblastoma e i Tumori Solidi Pediatrici: un gesto di grande valore che chiunque può lasciare in eredità ai suoi figli e alle generazioni future.

MODIFICA E REVOCA DEL TESTAMENTO
Il testamento può in ogni momento essere modificato o revocato dal testatore. Si possono apportare anche modifiche marginali, aggiungendo delle frasi che definiscono meglio o modificano le volontà espresse nel precedente testamento.

ALCUNI ESEMPI

  • Testamento che modifica il precedente:
    Io sottoscritto (nome, cognome, luogo e data di nascita, domicilio o residenza) nel pieno possesso delle mie facoltà mentali, a parziale modifica del precedente testamento, dispongo che i miei beni [...]

Luogo e data – Firma

  • Testamento che sostituisce il precedente:
    Io sottoscritto (nome, cognome, luogo e data di nascita, domicilio o residenza) nel pieno possesso delle mie facoltà mentali, con il presente scritto revoco ogni mia precedente disposizione e dispongo che [...]

Luogo e data – Firma

Per maggiori informazioni telefonate allo 010 6018938.