La solidarietà è scesa in campo per Giacomo

Oltre le più rosee aspettative: Tutti in Campo con Giacomo, l’evento tenutosi il 28 settembre a San Giorgio alle Pertiche (PD) per ricordare con un sorriso Giacomo Nalon, bimbo scomparso all’inizio dell’anno a causa di un Neuroblastoma, e per raccogliere fondi interamente destinati a sostenere l’omonimo programma di ricerca, si è risolto in un grande successo.

Straordinari i risultati della raccolta, i cui fondi saranno interamente destinati al programma di ricerca “Tutti in campo con Giacomo”, in collaborazione con il reparto di Oncoematologia pediatrica di Padova, la Fondazione Città della Speranza e la Fondazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma; tanti gli spettatori, moltissimi i Vip intervenuti per sostenere il progetto e infine grande lo spettacolo offerto dall’incontro tra la Nazionale Calcio TV e Lions & Jack’s Friends.

In campo, a praticare lo sport che tanto emozionava Giacomo, sono scesi artisti e personaggi della tv, da Moreno Morello di Striscia la Notizia ad altri protagonisti del fortunato programma TV, come Luca Galtieri, Daniele Balestrino e Pier Paolo Pretelli il Velino; con loro Gabriele Boscaino, uno degli Nirkiop, famosi Youtuber, il cantante Federico Stragà, Nicola Virdis di Italia’s Got Talent, Alessandro Orgiato il “folle” attore di Scherzi a parte, Andrea Zenga direttamente da Temptation Island Vip, Sossio Aruta, protagonista di Uomini e donne, Andrea Pisani dei PanPers, il comico, cantante e attore Marco “BAZ” Bazzoni e i due pilastri della squadra: Jimmy Ghione e il Gabibbo.

La formazione Lions & Jack’s Friends è stata capitanata da Luigi Nalon, il papà di Giacomo; al suo fianco imprenditori e professionisti da tutto il Veneto, soci del Lions Club International. Ospiti speciali in campo, Damiano Longhi, allenatore ed ex giocatore di calcio e Dan Thomas,ex giocatore del Padova. A commentare lo spettacolo, Remigio Ruzzante, attore de le Bronse Querte l’ex duo cabarettistico veneto.

A sostenere l’evento anche specialissimi testimonial, come il ciclista Pippo Pozzato vincitore della Milano-Sanremo 2006, nonché di numerose tappe al Giro d’Italia e al Tour de France, Michele Pirro pluridecorato vincitore di numerosi campionati Superbike, CIV e Supersport, l’attrice Daria Baykalova protagonista della serie “L’onore e il rispetto” e del film “Loro” con la regia di Paolo Sorrentino e infine, direttamente dal GF Vip, Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez; grandi ospiti anche dal mondo del web con Chiara Biasi blogger e lifestyle influencer, uno dei volti più conosciuti di internet, e la nostra Nicole Donazzan seguitissima paladina dell’healthy food, Instagrammer, imprenditrice, ma prima di tutto mamma e volontaria della Associazione NB.

Una delle grandi passioni di Giacomo, oltre alla Juve e a Jovanotti, erano le auto: per questo motivo, in suo onore era presente anche un Lamborghini Corner, con le auto che affascinavano lui e che hanno incantato molti dei presenti sabato 28 settembre.

Il pomeriggio dedicato a Giacomo è iniziato con un minitorneo di quattro squadre della categoria pulcini, organizzato dalla società sportiva “Ardisci e Spera”. Alle 15.00 si è tenuta l’esibizione dei ballerini di “Ben-essere Danza” di Marsango e degli artisti di “Accademia filarmonica Music School” di Camposampiero; alle 15.30 poi il calcio d’inizio dell’attesa partita.

I fondi raccolti saranno destinati alla Divisione di Oncoematologia Pediatrica, Università di Padova, Prof. A. Biffi e collaboratori, per lo sviluppo di un progetto di ricerca volto alla caratterizzazione del neuroblastoma a livello cellulare e molecolare che permetta di identificare nuovi target terapeutici e determinanti antigenici per lo sviluppo di terapie mirate.

Luigi Nalon, il papà di Giacomo, imprenditore nel settore metalmeccanico, è stato uno dei principali promotori dell’evento e del progetto a esso legato: «Mi sono impegnato in prima persona, sin da subito: ho coinvolto amici, che a loro volta hanno convinto personaggi del calibro dell’ex ciclista Pippo Pozzato, a sostenerci; da lì è nata una vera e propria catena di solidarietà. Ho contattato personalmente – prosegue Luigi – istituzioni e imprese, recandomi direttamente presso le sedi, e questo è stato molto apprezzato: non ricordo un’azienda che non abbia contribuito alla nostra raccolta. Non so dove abbia trovato la forza di reagire in questo modo – spiega, commosso, Luigi Nalon – però a me e mia moglie Alessia è scattato qualcosa dentro: dobbiamo pensare innanzitutto ai nostri tre figli; l’ultima è nata il 19 agosto e il suo nome, Gioia, è stato scelto da Giacomo. E poi dobbiamo pensare a tutti i bambini che stanno ancora lottando contro il Neuroblastoma: non ci possiamo arrendere, dobbiamo solo continuare a lottare».

Nelle foto: alcuni momenti della giornata, che ha visto la presenza tra gli altri della nostra Presidente Sara Costa