Castiglion Fibocchi dona… la speranza!

Le festività natalizie 2019 hanno mostrato ancora una volta quanto sia forte il legame tra l’Associazione Neuroblastoma e Castiglion Fibocchi, il piccolo paese di circa 2.000 abitanti in Provincia di Arezzo che è uno degli esempi più fulgidi di cosa può fare l’amore per i bambini.

«Siamo molto contenti – conferma Antonio Testi, Presidente del Gruppo Fratres Donatori di Sangue, motore, insieme all’Associazione NB, di queste iniziative – abbiamo avuto come sempre una grande partecipazione a tutti gli eventi, che hanno coinvolto persone di tutte l’età. La Festa d’Inverno, svoltasi il 6 dicembre, ha visto la partecipazione di circa 500 persone, un risultato davvero straordinario! Durante l’evento sono state consegnate la XXIV borsa di studio alla scuola elementare e media di Castiglion Fibocchi, per un corso di madre lingua inglese, e la consueta Borsa di Studio annuale per un ricercatore sostenuto dall’Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma. Alla serata – continua Testi – erano presenti anche il Dottor Alberto Garaventa, pediatra oncologo presso l’Istituto G. Gaslini di Genova, nonché fondatore dell’Associazione e Consigliere della Fondazione Neuroblastoma, e la Dottoressa Stefania Sorrentino, che ha beneficiato della Borsa di Studio per cinque anni».

La Festa d’Inverno è stata solo il primo passo: «Il 22 dicembre – prosegue Testi – ci siamo trovati presso la Sala del Giglio per la Catena della Solidarietà: i ragazzi del paese, e non solo, hanno preparato i pacchi dono, ognuno con un disegno e una dedica, per i bimbi dell’Istituto G. Gaslini, regali che sarebbero poi stati consegnati l’11 gennaio. I giocattoli sono stati o portati direttamente dai bambini o acquistati da noi. La sera di Natale – continua Testi – abbiamo fatto arrivare realmente Babbo Natale in oltre 25 case di Castiglion Fibocchi: all’ora prestabilita Babbo Natale si presentava nell’abitazione proprio con i regali, fornitici dai genitori, richiesti dai bimbi nella loro letterina!»

Il 26 dicembre è stata la volta della Tombola del Cuore: «Eravamo talmente tanti – spiega sorridendo Antonio Testi – che abbiamo dovuto fare una tombola in più rispetto al previsto; durante la serata abbiamo raccolto dei fondi da utilizzare per il viaggio della Befana al Gaslini».

E il momento tanto atteso è arrivato: sabato 11 la delegazione di Castiglion Fibocchi si è presentata all’Istituto genovese con il proprio carico di doni e amore: i volontari del Gruppo Fratres di Castiglion Fibocchi e di Laterina, accompagnati dal Dottor Garaventa, si sono recati nei reparti per portare doni e dolciumi, e con le loro maschere, canzoni e allegria hanno animato la mattinata, accolti da grandi sorrisi dei piccoli pazienti e dei loro genitori. «Il viaggio – continua Testi – è stato organizzato insieme all’Amministrazione Comunale, che ha sostenuto i costi del pullman e ci ha supportato anche per la Catena della solidarietà».

A Genova erano presenti anche il Sindaco e l’Assessore alle Politiche Sociali di Castiglion Fibocchi, che hanno voluto testimoniare la vicinanza dell’Amministrazione Comunale e dell’intera comunità di Castiglion Fibocchi ai bambini e all’Associazione Neuroblastoma.

«Sono più di 25 anni – conferma Testi – che sosteniamo la vostra realtà, i genitori dei bimbi ci dicono che siamo tra i più longevi: il bello è che ogni anno il legame sembra rafforzarsi. Tutti collaborano alle nostre iniziative: privati cittadini, commercianti e imprenditori che ci sostengono in vari modi, e le istituzioni. Siamo orgogliosi di quello che riusciamo a fare, ma non riposiamo certo sugli allori: abbiamo già distribuito i calendari 2020 che avevamo presentato il 6 dicembre e siamo già proiettati agli eventi dell’estate!»

Grazie a tutti gli amici di Castiglion Fibocchi, che da oltre 25 anni donano all’Associazione NB, fondi, sostegno e, ciò che è più importante, speranza.

Nelle foto alcuni momenti dell’incontro della comunità di Castiglion Fibocchi con i bambini ricoverati presso l’Istituto G. Gaslini