Complimenti, Dottoressa Calderoni!

Si è svolto recentemente a Milano il congresso “ERA-Net Transcan-2” quale evento conclusivo di un progetto europeo che ha coinvolto 19 nazioni e che ha come scopo quello di portare il prima possibile al letto del paziente le nuove scoperte scientifiche sul cancro.

TRANSCAN 2 è un progetto ERANET Cofund inserito nell’ambito di Horizon 2020 e co-finanziato dagli Stati partecipanti e dalla Commissione Europea.

Il suo obiettivo primario è promuovere un approccio collaborativo transnazionale tra gruppi scientifici interessati alla ricerca traslazionale sul cancro, evitando la duplicazione degli sforzi e garantendo nello stesso tempo un uso più efficiente delle risorse disponibili, al fine di produrre risultati più significativi, di qualità superiore e di forte impatto, attraverso la condivisione sia di dati ed informazioni che di infrastrutture.

I Paesi partecipanti al programma sono stati: Italia, Francia, Germania, Belgio, Estonia, Grecia, Israele, Olanda, Lettonia, Norvegia, Polonia, Portogallo, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Turchia, Taiwan.

Con viva soddisfazione all’interno della Fondazione Neuroblastoma è stata accolta la notizia che il primo premio per il miglior poster, premio conferito durante i lavori del congresso, è stato assegnato alla Dottoressa Matilde Calderoni, componente del gruppo di ricerca diretto dal Professor Aldo Pagano (Dipartimento di Medicina Sperimentale, Università di Genova) e studentessa nel corso di dottorato in Biotecnologie in Medicina Traslazionale (coordinato dal Professor Rodolfo Quarto).

Gli studi sul Neuroblastoma del gruppo del Professor Pagano, compreso quello portato avanti dalla dottoressa Calderoni, sono infatti sostenuti da un finanziamento della Fondazione Neuroblastoma nell’ambito del progetto GENEDREN.

La soddisfazione è ancora maggiore in quanto l’impegno della Fondazione a collaborare alla formazione dei giovani scienziati, che vede la Presidente dell’Associazione Neuroblastoma, Dottoressa Sara Costa, quale parte del collegio dei docenti dello stesso dottorato, sembra dare i frutti attesi.

Nelle foto: in alto la Dott.ssa Calderoni e il Prof. Pagano posano accanto al poster vincitore; nell’immagine seguente la Dott.ssa Calderoni mostra il premio ricevuto