Francesca Pisano e le ragazze di Baronissi

La storia che vi stiamo per raccontare è quella di una comunità unitasi nel ricordo di una ragazza che ha lasciato un vuoto incolmabile, ma che tramite le sue amiche adorate riesce ancora a trasmettere un grande messaggio di amore e speranza.

È la storia di Anna Gallo, vista attraverso gli occhi di una delle sue amiche, Francesca Pisano.

Francesca vive a Baronissi, una cittadina di oltre 17.000 abitanti in provincia di Salerno, è sposata e «madre di due splendidi bambini, Matteo e Andrea, di 3 e 5 anni», è laureata in ingegneria ambientale, ramo geotecnico, e lavora in un’azienda di Avellino.

Una vita felice quella di Francesca, ma segnata dalla perdita di una cara amica: «Nell’agosto del 2018, dopo 8 anni di strenua lotta contro il Neuroblastoma, a soli 28 anni la nostra Anna ci ha lasciato. Lei – racconta Francesca, con la voce ancora adesso velata dall’emozione – era una persona splendida, speciale. Il nostro gruppo di amiche, di cui fanno parte anche Annarosa Pisano, Rita Caruso e Francesca Landi, ha trascorso insieme molti momenti felici, non perdevamo l’occasione per vederci, uscire insieme, e Anna era sempre presente, anche quando stava male. In seguito alla sua scomparsa abbiamo vissuto un momento molto triste e buio. Dopo qualche mese però ci siamo rese conto che il modo migliore per ricordare Anna era fare qualcosa di costruttivo nel suo nome, allora abbiamo fatto una ricerca su internet e abbiamo trovato l’Associazione Neuroblastoma: l’abbiamo contattata e ci siamo imbarcate in questa avventura. Il primo evento cui abbiamo partecipato è stata la Campagna di Pasqua 2019!»

L’evento è andato molto bene e le ragazze di Baronissi hanno compreso che grazie alla solidarietà Anna può continuare a “vivere” non solo nei loro ricordi, ma anche in gesti concreti: «Sempre nel 2019 abbiamo allestito un corner presso Overline, una delle manifestazioni di graffiti e cultura hip hop più importanti d’Italia. A ottobre è stata la volta di “Dritto al cuore – Aperitivo solidale in FRAC”, e non poteva poi mancare la classica cena di Natale, che abbiamo ribattezzato “Christmas Charity Gala”. Insomma è stato un anno ricco di impegni, ma anche di grandi soddisfazioni. Le idee per gli eventi – continua Francesca – fluiscono in maniera spontanea, quando sentiamo che vorremmo Anna ancora al nostro fianco ci viene in mente di organizzare qualcosa in suo onore. È lei a guidarci; per esempio, è stata una delle promotrici di Overline e il minimo che potevamo fare era organizzare qualcosa che la ricordasse. Inoltre noi passavamo sempre insieme anche i momenti importanti come Pasqua e Natale e così anche in queste ricorrenze Anna è con noi attraverso gli eventi

Il 2020 era iniziato con ancora più entusiasmo, ma il COVID-19 ha ovviamente sconvolto tutti i programmi: «La gestione della Campagna di Pasqua 2020 non è stata difficile, di più! Però – prosegue Francesca – abbiamo potuto toccare con mano la solidarietà di tante persone che ci hanno aiutato nella distribuzione e nel passaparola, regalandoci davvero tanta gioia! Risultato: abbiamo raggiunto i nostri obiettivi! Ora ci piacerebbe poter organizzare un evento prima della fine dell’estate, sempre in collaborazione con una Associazione del territorio, ma è ancora tutto da definire».

Grazie a Francesca, Annarosa, Rita e Francesca, Baronissi in breve è diventata una “roccaforte” dell’Associazione Neuroblastoma: «La risposta degli abitanti della nostra città e dell’intero territorio – conferma Francesca – è stata davvero emozionante: a ogni evento le persone partecipano numerose, si informano, donano col cuore, sempre nel nome di Anna, una ragazza sempre solare e sorridente cui tutti, e non è un modo di dire, volevano bene. Personalmente però – spiega ancora Francesca – i momenti più belli sono quando ai nostri eventi vengono i genitori di Anna, la sorella Maria Vittoria o il fidanzato, Pierpaolo; il loro dolore ai nostri eventi si trasforma, sentiamo davvero che Anna è con noi! Volevo cogliere l’occasione –  conclude Francesca – per ringraziare tutte le persone che ci aiutano, senza di loro non potremmo fare nulla! Il mio pensiero va anche a tutti i componenti dello staff dell’Associazione Neuroblastoma, sono tutte persone meravigliose!».

Quella di Francesca è una testimonianza toccante: finché ci saranno persone come le Ragazze di Baronissi il cuore della speranza batterà sempre forte!

GRAZIE!

Nella foto in alto: “Dritto al cuore – aperitivo in FRAC”

Nella foto in basso: Christmas Charity Gala

SOSTIENI ANCHE TU LA LOTTA AL NEUROBLASTOMA!